Ricevo e inoltro a voi tutti la segnalazione di questo concorso aperto a tutti (cittadini italiani o stranieri residenti in Italia), che ha lo scopo di farci riflettere sulla discriminazione delle persone con disabilità di qualsiasi natura (fisica, intellettiva, sensoriale).

Siete chiamati a partecipare – con  foto, video o vignette o sceneggiature – esprimendo il vostro messaggio sul tema.

In palio al primo classificato di ogni categoria verrà riconosciuto un premio di 2.000 euro; al secondo classificato un premio di 1.250 euro. La Cerimonia di premiazione è prevista a Roma il 3 dicembre 2012.

Avete tempo per inviare le vostre proposte fino al 16 novembre 2012.

Vi auguro buone idee… e buona partecipazione!

.

Sapete come mi trattano?

Il Concorso

Storie di ordinaria discriminazione: sono le vicende quotidiane di molte persone con disabilità, di rado raccontate e divulgate dai mezzi di comunicazione.

FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) ritiene sia opportuno abbattere questo “muro del silenzio” e riportare in primo piano il racconto, i protagonisti e le storie che stanno dentro queste esperienze. In una forma efficace, comprensibile per tutti e per questo maggiormente comunicabile.

Per questo motivo FISH lancia la seconda edizione del Concorso “Sapete come mi trattano?”. Un’iniziativa rivolta a chiunque voglia contribuire a fare luce su queste non più tollerabili zone d’ombra della nostra società testimoniando – con una foto, una vignetta, un filmato o con un testo che potrà essere la sceneggiatura per uno spot o un breve film – il proprio pensiero e la propria creatività rispetto al tema della discriminazione o dell’esclusione sociale delle persone con disabilità.

Per partecipare al Concorso, che si chiude il 16 novembre 2012, è necessario rispettare le procedure e le regole per la corretta presentazione delle opere, previste nel bando del Concorso. Non è prevista alcuna quota di partecipazione.

A selezionare i cinque finalisti per ogni categoria sarà il Comitato dei valutatori, un organismo composto da professionisti ed esperti per ciascuna delle sezioni in concorso e da leader della rete di associazioni aderenti a FISH, che attribuiranno un punteggio per ogni opera in base all’originalità, all’efficacia e alla capacità di cogliere e trasmettere i principi proposti dal bando.

Il Comitato d’onore, composto da esponenti di spicco del mondo della cultura e del movimento per i diritti delle persone con disabilità, avrà il compito di selezionare i vincitori tra i cinque finalisti di ogni categoria individuati dal Comitato dei valutatori.

Al primo classificato di ogni categoria verrà riconosciuto un premio di 2.000 euro; al secondo classificato un premio di 1.250 euro. La Cerimonia di premiazione è prevista a Roma il 3 dicembre 2012.

Il concorso conta sul patrocinio dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni (UNAR), del Dipartimento della Gioventù e della Provincia di Roma. È stato richiesto il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Dipartimento per le Pari Opportunità.