copertina del libro "Meditazione e fotografia" di Diego Mormorio
copertina del libro "Meditazione e fotografia" di Diego Mormorio

Ancora una segnalazione, quella della presentazione di un libro: “Meditazione e fotografia” di Diego Mormorio, noto critico e storico della fotografia.

“Se, – scrive l’autore – come dicono i maestri zen, “meditare è vedere le cose così come sono”, allora l’apparecchio fotografico, potenziamento dell’organo della vista, può penetrare più a fondo nell’apparenza delle cose, fino a diventare un vero occhio meditativo. L’occhio è il centro dell’uomo”.

E ancora: “ l’obiettivo di chi pratica la fotografia come meditazione è assai più impegnativo del conseguimento di un risultato esclusivamente estetico. È quello di imparare a guardare e di trovare nell’osservazione la più grande scuola di vita, il nostro principale maestro”.

Partendo da queste premesse, egli compie un viaggio attraverso la storia dello sguardo nell’arte, nel quale i mezzi fotografici si rivelano essere una possibilità di superamento delle apparenze contingenti per penetrare, appunto, la realtà.

Un approccio alla fotografia davvero insolito rispetto a quello dei più, che sembrano subire l’onnipresenza dell’immagine fotografica accontentandosi di farne un ulteriore e ancor più illusorio incontro con l’apparenza.

Per quanti fossero interessati ad approfondire questa visione tanto particolare, l’appuntamento è presso i locali di Fare Fotografia (via Francesco Negri 63/65) a Roma, mercoledì 27 maggio . Mormorio sarà presente.


Advertisements